Home page » Strumenti per ... » Eventi sismici » Terremoti del 20 e 29 maggio 2012 » Il recupero dell'archivio comunale di Sant'Agostino (FE)

Il recupero dell'archivio comunale di Sant'Agostino (FE)


Dal 20 maggio, il palazzo comunale di Sant'Agostino è diventato, con i suoi muri feriti, gli ampi squarci nei fianchi, le crepe dolenti, uno dei simboli del terremoto emiliano. Confinati lassù nel sottotetto, le buste, le filze, i cartoni, i registri dell'archivio comunale sembravano come sospesi nel cielo. Si vedevano da giù, lontani, indifesi e impossibili da raggiungere.
Lunedì 2 luglio, i vigili del fuoco del nucleo SAF (speleo alpino fluviale) del Comando di Ferrara, con grande perizia ed estremo rischio, hanno cominciato a scoperchiare il tetto.
Con l'ausilio di una gru, si sono poi calati dall'alto e, facendosi spazio tra tegole e travi, hanno raggiunto il deposito. Alle 16,15 hanno estratto la prima busta del carteggio comunale mettendola in una cassa assicurata ad una altra gru. Poi sono seguite le altre.
Venti minuti dopo, grazie all'aiuto dell'Associazione SOS Archivi, nelle persone di Pietro e Davide Livi, grazie alle cure di un paio di archivisti della Soprintendenza archivistica e di un pugno di volontari e volontarie, archivisti e non, le prime trenta buste recuperate erano già collocate sugli scaffali compatti del nuovo archivio che il Comune, prima del terremoto, aveva approntato. Il recupero è proseguito fino a sera e poi nei giorni successivi. Le ultime buste sono state portate a terra venerdì.
Oltre all'archivio storico (secc. XIX-XX), per un totale di 180 metri e di circa 2000 fra buste e registri, è stato salvato anche l'archivio di deposito e gran parte di quello corrente (poco meno di 350 ml. fra tutto), che sono stati provvisoriamente ospitati in un magazzino privato, gentilmente messo a disposizione del Comune. E' stata recuperata anche l'intera documentazione dello stato civile e dell'anagrafe, che era collocata in alcune stanze a pian terreno del municipio.
La memoria storica di Sant'Agostino è stata così salvata interamente ed è cominciata la nuova vita dell'archivio comunale, di cui da un mese si temeva il peggio.
Il 19 luglio il Municipio di Sant'Agostino è stato fatto implodere con cariche di esplosivo.

S. Agostino, il recupero dell'archivio storico, servizio di Telestense.it, 2 luglio 2012

Implosione del municipio di S. Agostino, video dei Vigili del Fuoco su Youtube



Data di redazione: luglio 2012