Home page » Strumenti per ... » E·government

E·government

La cosiddetta digitalizzazione della Pubblica Amministrazione e la produzione e gestione dei documenti informatici rappresentano una vera e propria sfida sia per gli amministratori che per gli archivisti. Essa prende le mosse dalla convinzione che i principi disciplinari dell'archivistica costituiscono uno strumento fondamentale per affrontare il cambiamento e non di rado l'unico argine a progetti improvvisati o a scelte non ponderate non solo sotto il profilo della sedimentazione dell'archivio ma anche sotto quello organizzativo e, talvolta, perfino sotto quello amministrativo. Solo la collaborazione fattiva tra records manager, dirigenti pubblici e studiosi di discipline giuridiche e amministrative, da un lato, e informatici dall'altro può creare le condizioni per una reale innovazione nelle procedure, negli strumenti e nei servizi della Pubblica Amministrazione, senza trascurare le garanzie giuridiche a beneficio della collettività dei cittadini e i principi di una corretta produzione e gestione della documentazione amministrativa.

Ispirandosi ad una visione di questo genere, questa sezione intende offrire agli archivisti e agli operatori all'interno delle Pubbliche Amministrazioni della regione Emilia-Romagna, sintetiche indicazioni di strumenti utili ad affrontare una tematica particolarmente complessa e soggetta a rapidi mutamenti sia sotto il profilo tecnologico che sotto quello normativo.

La sezione è articolata in pagine che, a partire da una concezione sistemica degli archivi in formazione nel contesto digitale – l'unica possibile ai sensi della disciplina archivistica – si sviluppano secondo le tappe del ciclo di vita dei documenti dalla loro formazione alla conservazione a lungo termine. Ciascuna di esse si apre con una breve premessa che affronta le criticità dell'aspetto trattato, cui fanno seguito alcuni paragrafi che elencano e, se necessario, commentano gli standard e le linee guida cui fare riferimento; la normativa italiana applicabile; i progetti e le buone pratiche da cui trarre insegnamenti; e, per finire, segnalazioni bibliografiche di approfondimento.


Funzionario responsabile: dott. Giampiero Romanzi

 
Data di redazione: marzo 2010